by

Come viaggiare col proprio amico a quattro zampe!

Quando io e mio marito abbiamo adottato i nostri due grandi, belle e bavosissime labrador  (Molly e Jack), tutti ci hanno detto che sarebbe stata la fine dei nostri giorni di viaggi spensierati. Ognuno di loro pesa più di 30kg, ama correre, e ha più giocattoli di ogni altro bambino nel mondo.

L’estate scorsa, li abbiamo portati a Madrid con noi. Abbiamo volato con Iberia Air, sono rimasti con noi nel nostro appartamento, e hanno avuto modo di conoscere la gente del posto molto bene ( “Que Bonitas” era un commento molto gettonato). Abbiamo imparato che viaggiare con i nostri animali domestici, non importa quanto siano grandi, è completamente possibile. Tutto ciò che serve è un po ‘di pianificazione e pazienza. Con un microchip e un certificato veterinario, siamo stati capaci di viaggiare nella maggior parte dei luoghi del mondo.

Ecco dieci consigli per viaggiare con il vostro animale domestico all’estero:

1. Pianificare in anticipo. Alcuni paesi (come il Regno Unito) richiedono prove speciali 4 mesi prima di arrivare. Sul sito Pet Travel sono elencati i requisiti di ingresso per ogni paese. Anche per l’Europa, tutti gli animali domestici devono essere dotati di microchip. Il certificato veterinario invece deve essere firmato da un veterinario USDA. I passaggi non sono complicati, ma i tempi di attesa possono variare.

2. Cambia qualcosa a seconda della razza? Se si dispone di un carlino o di una qualsiasi altra razza a naso corto, molte compagnie aeree non permetteranno loro di viaggiare  a causa delle loro difficoltà respiratorie . Ho sentito un sacco di gente che però ha viaggiato all’estero con i propri cani a naso corto, quindi è sempre meglio verificare con la compagnia aerea per verificare le loro condizioni.

3. Stiva o posto a sedere? Decidere in anticipo se si vuole portare il proprio animale domestico come carico o sul volo con se. Se il vostro animale pesa meno di 25 libbre (circa 11 kg) , potete anche portarlo con voi. Se il vostro animale domestico è invece più pesante, allora dovrà essere trasportati nel vano di carico.

4. Giocate d’anticipo. Alcune compagnie aeree richiedono una prenotazione anticipata per il vostro animale domestico; altri non lo fanno. Per evitare confusione, chiamare in anticipo e scoprire la loro politica. Si potrà anche  informarsi su eventuali esigenze di temperatura – ci sono momenti in cui è semplicemente fa troppo caldo o freddo per volare con un animale domestico a carico.

5. Calcolare il costo totale. Nel nostro caso, il volo più economico a  2000€ andata e ritorno ci ha addebitato un enorme tassa di 1600€  per i nostri cani (totale: 3200€). Un volo più costoso a 2500€ andata e ritorno è stato con una compagnia aerea che però ci ha fatto pagare solo 200€per i cani (totale: 2700€).

 

6. Dimenticate i sonniferi. Mentre si può decidere di dormire per tutta la durata del volo, non fate al vostro animale domestico lo stesso favore. Qualsiasi tipo di tranquillante è sconsigliato, in quanto possono rendere difficile per il vostro animale respirare in una cabina pressurizzata.

7. Il cibo e bevande. Non dimenticare di cibo e una ciotola d’acqua!

8. Lati positivi: 

Una volta arrivati con i vostri animali domestici a destinazione, sarete stupiti di come ciò possa rompere il ghiaccio alla grande. A spasso per Madrid con i nostri cani abbiamo avuto una spontaneità con gli estranei che altrimenti non avremmo mai conosciuto. E invece di spendere 3 mesi in attesa dei loro padroni, Molly e Jack hanno avuto modo di mangiare tapas, giocare con cani spagnoli, e camminare a Retiro Park la domenica pomeriggio. Quando siamo partiti, erano triste tanto quanto  noi di tornare a casa!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *